Partita Iva Dubai: Approfondiamo Insieme! - Studio Allievi (2024)

Partita Iva Dubai: Approfondiamo Insieme! - Studio Allievi (1)

Partita Iva Dubai: Esiste davvero la tassazione Zero a Dubai? Che differenza c’è tra Mainland e Free Zone? Quanto costa aprire un’attività?

Partita Iva Dubai: Quante tipologie di business si possono aprire a Dubai? Quali sono i vantaggi di aprire una società nel Mainland oppure in una Free Zone?

Andremo a conoscere attraverso questo articolo:

  • Le tasse a Dubai
  • Distinzione tra Mainland e Free Zone
  • Cosa comporta a livello monetario l’avvio di un’attività a Dubai?

Le tasse a Dubai

Molto spesso si parla di come le tasse da pagare a Dubai siano pari a Zero, ed è stato effettivamente così fino al 1° Giugno del 2023, in quanto il Ministero delle Finanze degli EAU ha dichiarato che proprio da questa giornata, avrebbe richiesto una tassazione da pagare sugli utili. Da precisare il fatto che l’imposta in questione sarà applicata su tutte le attività commerciali svolte da persone fisiche e giuridiche, quindi facendo riferimento anche alle società, e sarà in vigore su tutto il panorama emiratino.

La particolarità di questa nuova tassazione è innanzitutto che sarà applicata sul reddito netto, ovvero il risultato tra fatturato meno costi; inoltre troviamo due aliquote differenti a seconda del superamento di un certo limite di reddito netto, ovvero:

  • 0% per redditi netti fino a 375.000 AED
  • 9% per redditi netti eccedenti a 375.000 AED

Vediamo di seguito un esempio di tassazione per rendere il tutto maggiormente pratico e intuitivo.

Una società ha un reddito netto di 1.000.000 AED ovvero il risultato della differenza tra i 3.000.000 AED di fatturato ottenuti e i 2.000.000 AED di costi sostenuti). Considerando che fino a 375.000 AED si paga lo 0% delle tasse, si va a calcolare l’aliquota solamente sulla parte eccedente del fatturato, ovvero 675.000 AED. Quindi, considerando che bisogna calcolare il 9% su 675.000, il risultato finale è 56.250 AED, corrispondenti a 15.000€ circa.

Una Società con un reddito di circa 250.000 euro, pagherebbe quindi più o meno 15.000€ di tasse. Una condizione totalmente opposta alla situazione italiana, la quale ha degli specifici regimi entro i quali scaturiscono differenti valori sulle tasse che si andranno a pagare in corso d’anno e in sede di dichiarazione dei redditi.

Se si vogliono assumere dipendenti, è bene sapere che per le persone fisiche ci sono zero tasse a Dubai sul lavoro. Sono anche assenti le tasse da pagare sugli investimenti immobiliari e finanziari e non sono presenti le tasse sulle Società Offshore. Le Società in free zone devono rispettare i requisiti stabiliti con le Authority di riferimento, attraverso contratti per un’esenzione totale dalle tasse, anche per 50 anni, le quali non saranno assoggettate nemmeno dopo questa riforma alla tassazione. All’interno della Sarà inoltre prevista la possibilità di compensazione con ulteriori tasse estere versate.

La nuova tassazione entrerà in vigore solamente per le attività che cominciano successivamente al 1° giugno 2023, e non tiene considerazione esercizi cominciati antecedentemente, i quali saranno soggetti dal 1° gennaio 2024.

La Distinzione tra Mainland e Free Zone

Negli Emirati Arabi Uniti vi è la possibilità di aprire la propria attività in 2 contesti differenti, che ovviamente hanno anche vantaggi differenti ed è totalmente soggettiva la scelta del luogo di apertura, a seconda degli interessi del/dei soci. I due contesti in questione sono:

  1. Mainland
  2. Free Zone

Il Mainland

Nel Mainland le attività apribili hanno un rapporto significativo col territorio ( quindi si parla di ristoranti, piuttosto che dei locali, bar, oppure negozi di articoli sportivi) con l’obiettivo di vendere localmente, quindi negli EAU.

Esiste un tipo di società, ed è la “Limited Liability Company” (L.L.C.), che ha caratteristiche simili alla Società a Responsabilità Limitata italiana(s.r.l.).

Alcune delle informazioni da sapere di questa società sono:

  • Capitale minimo di costituzione, per tutti gli emirati, di 150.000 dirham (corrispondente circa a 40.000€); nell’emirato di Dubai troviamo invece un capitale minimo 300.000 dirham, del valore quindi di 80.000€ circa;
  • Obbligatorio il possesso della licenza per l’avvio dell’attività, in quanto viene richiesto dalle autorità competenti;
  • Il numero minimo di soci è di 2, mentre il massimo è di 50, con la possibilità di diventare soci sia come persone fisiche sia come persone giuridiche;
  • Responsabilità limitata per i soci.Ciò significa che, nel momento in cui la società dovesse fallire, i beni e il patrimonio dei singoli soci non verrà coinvolto o considerato.
  • Se i soci sono compresi tra 1 e 5, è necessaria la presenza di un amministratore unico; nel caso in cui i soci sono maggiori di 7,bisogna costituire un consiglio d’amministrazione (CDA), con il compito di revisionare la società;
  • Proprietà emiratina. Rispetto agli anni precedenti, dove nel Mainland era obbligatoria la presenza di un socio emiratino con il 51% di proprietà nella società, ad oggi quest’obbligo non esiste più, salvo casi in cui si aprono società che gli Emirati Arabi Uniti considerano come attività strategica (come lo sfruttamento dell’energia, l’utilizzo o la vendita di petrolio, avvio di attività bancarie)

La Free Zone

Negli EAU esistono più di 50 Free zone. Sono considerabili dei quartieri dell’Emirato regolamentati dalle autorità locali, chiamate Authority, comparabili alle nostre Camere di Commercio.

A differenza del Mainland, se si vuole aprire un’attività nella Free Zone, è possibile operare all’interno della stessa Free Zone, oppure all’estero. Quindi va da sé che non sarà possibile avere contatti con le altre Free Zone, oppure con il Mainland. L’obiettivo principale di questa regola è di contenere la propria attività nella free zone, e allo stesso tempo di incentivare i rapporti con l’Estero.

Ogni Free Zone, come detto in precedenza, ha il suo regolamento, e di conseguenza si trovano diversi servizi offerti per ogni singola Free Zone, insieme anche a delle limitazioni dal punto di vista della costituzione della società e degli accorgimenti come il capitale sociale, piuttosto che il numero dei soci.

Risulta quindi estremamente importante andare a ricercare la Free Zone maggiormente adatta alla singola attività, prima di pensare di costituirla.

Le diverse tipologie di business possibili nella Free Zone

Le società costituibili all’interno delle Free Zone sono 2, ovvero:

  • La Free Zone establishment (FZE), che corrisponde alla s.r.l. unipersonale italiana, èuna società con un singolo socio, il cui capitale deve essere il minimo corrispondente al regolamento della Free Zone di riferimento
  • La Free Zone company (FZCo). È una società con un numero di soci compreso tra 2 e 5.

I vantaggi della Free Zone

Aprire una società nelle free zone comporta diversi vantaggi:

  • Non esiste il problema del socio emiratino al azionista al 51%, perchè si può essere titolari al 100% dell’attività;
  • Non ci sono dazi doganali da pagare;
  • Non ci sono tassazioni per diversi anni (alcune free zone per 50 anni, tenendo in considerazione il regolamento della Free Zone ovviamente), anche se è stata introdotta la legge riguardo il pagamento del 9% sul valore eccedente ai 375.000 AED.
  • Ci sono minori costi societari, e soprattutto minori adempimenti rispetto ad una società costituita nel Mainland.

Cosa comporta a livello monetario l’avvio di una attività a Dubai?

Il costo per aprire un’attività dipende dalla free zone nella quale si vuole avviare il business. Il costo è di circa 5.000 dollari per una Società con un solo azionista senza visto residente. Questo è un prezzo base, senza necessità di presentare un ufficio o possederne uno. Con un visto aggiuntivo il costo sale a circa il doppio, e il prezzo aumenta per ogni visto aggiuntivo di 2-3 mila dollari ciascuno.

Se hai bisogno di una consulenza fiscale con noi sull’argomento “Partita Iva DubaiCLICCA QUI!

Guarda questo video se vuoi approfondire il tema “Partita Iva Dubai“.

Dubai

Comments: None

Insights, advice, suggestions, feedback and comments from experts

Mi presento come un esperto o appassionato che conosce bene l'argomento. Posso fornire informazioni relative a tutti i concetti utilizzati nell'articolo menzionato.

Introduzione

Sono un assistente linguistico basato su un modello di intelligenza artificiale chiamato YouChat. Sono qui per aiutarti a rispondere alle tue domande e fornirti informazioni sulle tue richieste.

Tassazione a Dubai

L'articolo menziona che spesso si parla di come le tasse da pagare a Dubai siano pari a zero. Tuttavia, a partire dal 1° giugno 2023, il Ministero delle Finanze degli Emirati Arabi Uniti ha introdotto una tassazione sugli utili delle attività commerciali svolte da persone fisiche e giuridiche. Questa tassazione si applica al reddito netto, ovvero la differenza tra il fatturato e i costi sostenuti. Ci sono due aliquote fiscali:

  • 0% per redditi netti fino a 375.000 AED
  • 9% per redditi netti superiori a 375.000 AED

Ad esempio, se una società ha un reddito netto di 1.000.000 AED, l'aliquota del 9% si applica solo alla parte eccedente del fatturato, ovvero 675.000 AED. Quindi, il risultato finale sarebbe di 56.250 AED, corrispondenti a circa 15.000€.

Distinzione tra Mainland e Free Zone

Negli Emirati Arabi Uniti, è possibile aprire un'attività in due contesti differenti: Mainland e Free Zone.

Mainland: Nel Mainland, le attività commerciali sono legate al territorio e mirano a vendere localmente negli Emirati Arabi Uniti. È possibile costituire una società a responsabilità limitata (L.L.C.), che ha caratteristiche simili alla società a responsabilità limitata italiana (s.r.l.). Alcune informazioni importanti da sapere sul Mainland sono:

  • Capitale minimo di costituzione di 150.000 dirham (circa 40.000€) per tutti gli emirati, tranne Dubai, dove il capitale minimo è di 300.000 dirham (circa 80.000€).
  • È necessaria una licenza per avviare l'attività.
  • Il numero minimo di soci è 2, mentre il massimo è 50.
  • I soci hanno responsabilità limitata, il che significa che i loro beni personali non verranno coinvolti in caso di fallimento dell'azienda.
  • Non è più obbligatorio avere un socio emiratino con una quota del 51% nella società, a meno che l'attività non rientri in settori considerati strategici dagli Emirati Arabi Uniti.

Free Zone: Le Free Zone negli Emirati Arabi Uniti sono regolamentate dalle autorità locali e offrono vantaggi specifici per le imprese. È possibile aprire un'attività all'interno della stessa Free Zone o all'estero, ma non è possibile avere contatti con altre Free Zone o con il Mainland. Alcuni vantaggi delle Free Zone sono:

  • Possibilità di essere titolari al 100% dell'attività senza la necessità di un socio emiratino con una quota del 51%.
  • Assenza di dazi doganali da pagare.
  • Esenzione fiscale per diversi anni, a seconda delle regole specifiche della Free Zone.
  • Costi societari e adempimenti minori rispetto alle società costituite nel Mainland.

Costi per avviare un'attività a Dubai

I costi per aprire un'attività dipendono dalla Free Zone scelta. In generale, il costo base per una società con un solo azionista senza visto residente è di circa 5.000 dollari. Questo prezzo base non include l'ufficio. Con l'aggiunta di un visto, il costo aumenta a circa il doppio, e ci sono costi aggiuntivi per ogni visto successivo. È importante considerare questi fattori prima di avviare un'attività a Dubai.

Spero che queste informazioni ti siano state utili. Se hai bisogno di ulteriori dettagli o di una consulenza fiscale specifica sull'argomento "Partita Iva Dubai", sarò lieto di aiutarti.

Partita Iva Dubai: Approfondiamo Insieme! - Studio Allievi (2024)
Top Articles
Latest Posts
Article information

Author: Lidia Grady

Last Updated:

Views: 6020

Rating: 4.4 / 5 (45 voted)

Reviews: 84% of readers found this page helpful

Author information

Name: Lidia Grady

Birthday: 1992-01-22

Address: Suite 493 356 Dale Fall, New Wanda, RI 52485

Phone: +29914464387516

Job: Customer Engineer

Hobby: Cryptography, Writing, Dowsing, Stand-up comedy, Calligraphy, Web surfing, Ghost hunting

Introduction: My name is Lidia Grady, I am a thankful, fine, glamorous, lucky, lively, pleasant, shiny person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.